Dolci sardi

Tilicas o Cocciuleddi

Ingredienti

Per la pasta:

  • 1 Kg di farina semolata tipo granito,
  • 250g di strutto e acqua tiepida.

 

Per il ripieno:

  • 250g di farina semolata grossa,
  • 150 g di mandorle dolci (sgusciate)
  • 1 litro di sapa (o saba), cioè mosto cotto,
  • la buccia grattugiata di 2 arance.

 

Preparate prima il ripieno tritando finemente le mandorle (le trovate in commercio già pelate per evitare di fare un lavoro abbastanza lungo) e uniteci la sapa, la buccia grattugiata delle arance e la farina semolata. Mescolate bene fino a creare un impasto consistente al punto giusto. Dividetelo in pezzetti e da ognuno formate dei rotolini  (tipo piccoli grissini). Per la sfoglia esterna lavorate la farina con l’acqua tiepida e aggiungendovi poi lo strutto fino ad ottenere un impasto morbido. Tirate la pasta con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile e ritagliate dei rettangoli di 10 cm circa di lunghezza e poco meno di altezza. Mettete al centro di ogni rettangolino un rotolino di ripieno e ripiegate i bordi fino a richiuderlo quasi del tutto. Richiudere infine l’impasto ad anello (tipo tortellino). Infornare per circa un quarto d’ora a 120°-150°. Questi deliziosi dolcetti sono della zona nord della Sardegna e vengono fatti durante il periodo din Pasqua, ma anche per cerimonie e feste varie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *